Luci d’artista compie 20 anni e illumina anche le periferie

Sono state accese lo scorso venerdì 27 ottobre le Luci D’Artista 2017, il tradizionale evento che illumina Torino con splendide installazioni: 25 opere luminose, di cui 14 in centro e 11 nelle altre circoscrizioni.

In occasione del ventennale sono state coinvolte anche le periferie di Torino, protagoniste fin dalla serata di celebrazione dell’inaugurazione, lo scorso venerdì 27 ottobre, nella zona pedonale di via di Nanni, in Borgo San Paolo, in sui è stata posizionata l’opera di Valerio Berruti «Ancora una volta», realizzata con materiali ecosostenibili e fonti luminose a basso consumo energetico.

Poco lontano, in piazzale Chiribiri, è possibile ammirare «My moon», il grande orologio luminoso del tedesco Tobias Rehberger che scandisce le ore in formato binario. Fino al 14 gennaio, le Luci coloreranno il cielo del centro e di tanti quartieri della città, da Santa RitaL’amore non fa rumore» di Domenico Luca Pannoli) alle ValletteIce Cream Light» di Vanessa Safavi, in piazza Eugenio Montale).

Oltre alle Luci d’Artista sarà possibile ammirare l’installazione di light design «Lumen Flumen» sul Ponte Mosca (corso Giulio Cesare) e l’albero arabescato di luce colorata di Piero Gilardi al Pav (via Giordano Bruno 31); da dicembre, inoltre, sarà illuminata anche la scultura di Armando Testa «Sintesi 59», la grande sfera di acciaio nero posizionata in piazza XVIII dicembre, davanti a Porta Susa.

Dall’11 novembre al 14 gennaio un’installazione luminosa, sviluppata e progettata dal team studentesco PoliTo in Light, abbellirà la Corte d’Onore del Castello del Valentino, mentre grazie alla collaborazione con Xplosiva alcune Luci d’Artista saranno sonorizzate nell’ambito del progetto «A Great Symphony For Torino».

Numerose anche le proposte di visita alternative alla semplice passeggiata col naso all’insù: sabato 4 novembre dalle 20,30 alle 23,15, in occasione della Notte delle Arti, l’Associazione Torinese Tram Storici propone «In tram sotto le Luci d’Artista»: ogni 20 minuti un tram storico partirà da piazza Castello (di fronte al Teatro Regio) per un tour al buio sotto le Luci d’Artista.

Le Luci d’Artista resteranno accese ogni giorno fino alle 23.59 fino al 14 Gennaio 2017.

Ecco la mappa delle opere di Luci d’Artista Torino 2017:

Circoscrizioni di Torino dalla 2 alla 8

– Piazza Santa Rita (Circoscrizione 2): L’amore non fa rumore (Domenico Luca PANNOLI)
– Via di Nanni, mercato zona pedonale (Circoscrizione 3): Ancora una volta (Valerio BERRUTI)
– Piazzale Chiribiri (Circoscrizione 3): My noon – Tobias REHBERGER
– Via Cibrario, tra i corsi Svizzera e Tassoni (Circoscrizione 4): Noi (Luigi STOISA)
– Piazza Eugenio Montale (Circoscrizione 5): Ice Cream Light (Vanessa SAFAVI)
– Area verde compresa tra le vie Vibò, Stradella e Conte di Roccavione (Circoscrizione 5): Illuminate Benches (Jeppe HEIN)
– Piazza Derna (Circoscrizione 6): Vele di Natale (Vasco ARE)
– Via Vanchiglia (Circoscrizione 7): Palle di neve (Enrica BORGHI)
– Piazza della Repubblica (Circoscrizione 7): Amare le differenze (Michelangelo PISTOLETTO)
– Monte dei Cappuccini (Circoscrizione 8): Piccoli Spiriti Blu (Rebecca HORN)
– Laghetto Italia ’61 (Circoscrizione 8): Luce Fontana Ruota (Gilberto ZORIO)

Torino centro

– Mole Antonelliana: Il volo dei numeri (Mario MERZ)
– Piazza Carignano: Cosmometrie (Mario AIRÒ)
– Piazza Palazzo di Città: Tappeto Volante (Daniel BUREN)
– Via Garibaldi: Volo su… (Francesco CASORATI)
– Piazza San Carlo: Regno dei fiori: Nido cosmico di tutte le anime (Nicola DE MARIA)
– Palazzo Valperga Galleani in via Alfieri 6: Il giardino Barocco Verticale (Richi FERRERO)
– Galleria Umberto I: L’energia che unisce si espande nel blu (Marco GASTINI)
– Via Roma: Planetario (Carmelo GIAMMELLO)
– Galleria San Federico: Migrazione, climate change (Piero GILARDI)
– Piazza Carlo Alberto: Cultura=Capitale (Alfredo JAAR)
– Via Lagrange: Luì e l’arte di andare nel bosco (Luigi MAINOLFI)
– Piazzetta Mollino: Vento Solare (Luigi NERVO)
– Via Po: Palomar (Giulio PAOLINI)
– Collocazione da definirsi: Concerto di parole (Mario MOLINARI)

Altre Luci in Città
– L’albero del PAV di Piero Gilardi, dal 27 ottobre 2017, via Giordano Bruno 31 presso Grattacielo Intesa Sanpaolo, dal 20 novembre 2017, – corso Inghilterra 3
– Sintesi ’59, da dicembre illuminazione dell’opera, piazza XVIII Dicembre (davanti alla storica Stazione di Porta Susa)
– Lumen Flumen Luminescenze/Riflessioni, Novembre 2017 – Gennaio 2018, Ponte Mosca (Corso Giulio Cesare)
– Il Presepio di Emanuele Luzzati, dall’8 dicembre 2017, Borgo Medioevale, Parco del Valentino

A Great Symphony
27 Ottobre 2017 – 14 Gennaio 2018
Venti composizioni di giovani artisti danno vita ad una colonna sonora unica che abbraccia luoghi di interesse culturale e urbanistico della città
Piazza della Repubblica / IED Milano (studenti del corso di Sound Design coordinati da Painé Cuadrelli)
Via di Nanni / Tomat (Italia, Monotreme)
Via Vanchiglia / Ake (Italia, SØVN)
Laghetto ITALIA 61 / Munstac (Italia, Never Ready)
Piazza Carlo Alberto / Kode9 (Gran Bretagna, Hyperdub)
Piazza San Carlo / IED Milano (studenti del corso di Sound Design coordinati da Painé Cuadrelli)
Galleria Re Umberto I / Bienoise (Italia, White Forest)
Piazza Palazzo di Città / 2L8 (Italia)
Piazza Carignano / OOBE (Italia, Opal Tapes)
Monte dei Cappuccini / Morkebla (Italia)

Cliccando qui è possibile scaricare l’opuscolo ufficiale.

Commenti