Guerra tra circoscrizioni 2 e 8 sul nuovo Lidl di corso Traiano

kushgxui6588-kjuh-u10901830991129n6b-1024x576lastampa-itOccuperà una superficie di 1200 metri quadri e sorgerà in via Pio VII all’angolo con corso Traiano nella ex sede della stamperia Ages. Si tratta dell’ennesima vittoria dei supermercati della grande distribuzione e malgrado le intenzioni dimostrate in campagna elettorale  dai 5 stelle favorevoli a ridurre lo strapotere delle multinazionali del settore alimentare il vicesindaco Guido Montanari ha dovuto annunciare l’apertura del nuovo lidl, <<Essendo un opera approvata precedentemente dalla vecchia amministrazione non possiamo opporci o incorreremo in sanzioni, nelle casse del comune entreranno comunque 850 mila euro di oneri di urbanizzazione cifra che permetterà la chiusura di bilancio del 2017 >>.

I piccoli commercianti erano già preoccupati dalla massicia presenza di supermercati in corso Traiano, ma il pericolo annunciato sarebbe un ulteriore guerra tra grandi catene di distribuzione, tutto questo porterebbe ad un danno all’economia della zona  rischiando di danneggiare maggiormente la già debole situazione economica dei piccoli commercianti del quartiere. Gli stessi del PD che precedentemente avevano approvato la costruzione annunciano un pericolo di saturazione allarmati dalla presenza di varie catene nella stessa zona.

Come se non bastasse si è scatenata una guerra tra quartieri, pare che il lidl sorgerà nella zona di competenza della circoscrizione 2 e non della 8. Alessando Nucera, vicepresidente della circoscrizione 2, si chiede perchè l’incontro del 15 novembre è avvenuto tra il vicesindaco e i membri della circoscrizione 8 visto che l’area del nuovo Lidl non è compresa nell’area di quest’ultima. Nucera denuncia il fatto che di questo errore bisognava accorgersi molto tempo fà visto che si sono riunite varie commisioni tra l’altro con una spesa (60 euro a gettone di presenza) inutile poichè tali riunioni dovranno essere riconvocate stavolta però con lo staff della circoscrizione 2. Il vicesindaco ammette l’errore per quel che riguarda la posizione del supermercato ma ribadisce che le commissioni convocate con la circoscrizione 8 erano neccessarie per valutare i risvolti sociali sul quartiere. Lunedi 28 novembre la commissione della circoscrizione 2 si è incontrata con l’assessorato all’urbanistica per parlare dell’inizio dei lavori che avverrà tra qualche mese.

Francesco Cardia

Commenti